Posts Tagged ‘fuoriserie’

Farneticazioni di un povero figlio di papi.

25 luglio 2016

FiglioDiPapi

Occhio! Occhio agli sguardi altrui. Occhio agli sguardi pieni d’invidia. Agli sguardi del prossimo, del vicino, del lavavetri al semaforo, che osserva la mia fuoriserie. Più che sguardi direi occhiate, occhiatacce malevole. Invidioso… e leva quelle manacce zozze dalla mia macchina. Assassino portatore di malattie, magari la suina. Col cazzo che apro il finestrino per darti qualcosa. Nullafacente, ma va a lavorare, va. Come me che sono “capitano d’industria” io! E lavoro dalla mattina alla sera. Cazzo! Le undici… e levati di torno che vado di fretta.

Il tempo è denaro, ogni minuto che passa sono soldi che perdo, ma che guadagno. Ah ah ah, mica come te che perdi e basta il tuo tempo al semaforo, ma fa come me, mi sono fatto da solo, io! C’ho le palle, io! Perepeeeee… scansati che ho la riunione col babbo. Sono ricco, io! E che volete farci, non è mica da tutti. È da me, mica da te, o da voi perditempo. Sono ricco, ricco e stressato. Con tutti i problemi che ho. Con tutte le attività che gestisco. E dò pure da mangiare a tutti voi: cococò e cocoprò del cazzo. Non avete voglia di lavorare. E io… ZAC! Vi licenzio, non vi rinnovo il contratto.

Ah ah ah, quanti problemi. A mezzogiorno ho un appuntamento con il mio consulente antistress. Faccio un po’ di meditazione, due massaggi… occhio! Oscio, il mio guru mi fa praticare i suoi insegnamenti. Guru, gurino caro, mi fanno incazzare. “Rilassati mio caro, segui gli insegnamenti di Oscio, la nostra guida e firma quest’assegnuccio.” Guru caro, lo faccio. Faccio quel che poscio. Guruccio, ti adoro e ti onoro e con gli insegnamenti di Oscio mi rilasso a più non poscio.

Respiro Tantrico e Energy Work. Ora che hai cominciato a sciogliere i tuoi blocchi fisici e mentali, sei pronto a studiare le dinamiche del movimento energetico dal sesso al cuore. Esplora le polarità energetiche delle qualità vitali del maschile e del femminile riflesse nel tuo respiro: il fondersi di queste qualità ti consente di respirare in amore. È il ritmo stesso della vita.
Respirare nell’amore per te stesso dà una naturale accettazione del tuo corpo. “Ma vedi quello quanto è negro.”
Respirare nella passione espande i tuoi sentimenti d’amore fino all’incontro intimo con l’altro. “Oè, scansati che mi graffi il paraurti.”
Respirare nella compassione ti permette infine di essere un illuminato, in amore con l’esistenza. “E quanti ne esistono di stì stranieri.”
Respira, respira… hanf hanf hanf, perepeeee… e levatevi di torno cialtroni che devo andare a rilassarmi. Oscio, mio caro Oscio, ma com’è che con tutto stò respiro orgasmico ce l’ho sempre così moscio? Oscio, mio caro Oscio, fa che il mio conto in banca non sia mai in roscio. Oscio, mio caro Oscio, più medito e più in cuor mio son fascio. Oscio, mio caro Oscio, più divento ricco e più il paese è allo sfascio.

Ah ah ah, ve la farò pagare, vi farò cagare. Poveri di merda che camuffate la vostra arroganza in disperazione e chiedete sempre soldi, soldi, soldi. Da me non avrete un centesimo. Io i soldi li dò a “Sananda Gurudehva”, il mio guru spirituale, che mi fa sentire tanto buono e in armonia con gli altri: accattoni, disoccupati, negri, zingari, terroristi, senzadio o con il vostro dio di merda, solo il nostro dio è Dio con la ‘D’ maiuscola. Nostro Signore Dio Denaro! Un Dio bianco, pasciuto, che impera tramite i suoi emissari e noi, “Ricco Popolo Eletto”, inculiamo le vostre vite rose dal caos.

Cyberflaneur

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: